NLS (Sistema Non lineare) – Rivoluzionario sistema nella medicina diagnostica e nella terapia

Un team di scienziati russi ha inventato un nuovo e rivoluzionario sistema per la diagnosi di un gran numero di malattie e la relativa terapia, definito NLS (Non Linear System) e ha creato un’apparecchiatura diagnostica che consente di tracciare lo stato di salute del corpo basata sui cambiamenti di campi di torsione, analizzando l’organismo dai tessuti del corpo fino alle singole cellule e ai cromosomi.

cuore_nls

Cosa sono i Campo di Torsione

Il campo di torsione è un concetto scientifico che risale ai primi del ‘900 e attinge dalla teoria di Einstein-Cartan e da alcune soluzioni non ortodosse delle equazioni di Maxwell. Nel 1913 il fisico francese Eli Cartan dimostrò per primo che il flusso di spazio e tempo possedeva in se stesso anche un movimento di rotazione o spiraliforme conosciuto come “torsione”.

Il concetto del campo di torsione venne ripreso e approfondito nell’Unione Sovietica da un gruppo di grandi fisici soltanto negli anni ’80. Il gruppo, guidato da Anatoly Akimov e Gennady Shipov, iniziò la ricerca come Centro delle Tecnologie Non tradizionali sponsorizzato dallo stato.

Se i campi gravitazionali sono generati dalla massa, e i campi elettromagnetici dalla carica, i campi torsionali sono formati dallo spin. In meccanica quantistica lo spin (“giro vorticoso”, in inglese) è una grandezza, o numero quantico, associata alle particelle, che concorre a definire lo stato quantico. I campi di torsione sono generati dalla rotazione (considerando il classico spin o dal momento angolare. Esistono sia i campi di torsione sinistrorsi che destrorsi (a seconda dell’orientamento dello spin).

I campi di torsione hanno anche l’importante caratteristica dell’essere influenzati dai campi biologici, una caratteristica verificata dal lavoro di Glen Rein sul DNA irradiato da energia non-Hertziana emanata da vari schemi geometrici.

La ricerca sperimentale condotta nell’Istituto della ricerca sui Materiali e altre specifiche organizzazioni, è stata gestita dal Centro per le tecnologie non-convenzionali guidato dal Comitato di Stato della Scienza e delle Tecniche in USSR. Queste indagini erano basate sulla cosiddetta “Teoria del Vuoto Fisico” sviluppata dal fisico russo G.I. Shipov. Dalla collaborazione di Akimov e Shipov con il genetista Garyaev, sono nate le applicazioni dei campi torsionali nella medicina.

Ogni persona possiede un campo elettromagnetico proprio che determina le reazioni chimiche nel corpo. Quindi un campo coerente è sinonimo di un corpo sano, mentre un campo distorto o incoerente crea dei problemi che si manifestano come malattie fisiche o psichiche. Perciò, imparando a leggere il campo elettromagnetico di una persona è possibile diagnosticare con estrema precisione tutti i tipi di patologie di cui potrebbe soffrire e quindi anche scegliere la cura più adeguata.

Questo moderno apparecchio è un sistema computerizzato che scansiona in pochi minuti tessuti, organi, vasi, in pratica tutto quello che è nel nostro corpo. E’ cosi in grado di individuare le eventuali patologie in tempo reale e di identificare possibili rimedi, sia di tipo allopatico che omeopatico e fitoterapico.

Il funzionamento è legato alla lettura di queste onde, partendo dall’assunto che ogni piccola variazione di frequenza dai valori normali suggerisce la presenza di uno squilibrio che, se protratto, può portare alla malattia.

In questi ultimi anni si sono susseguiti notevoli miglioramenti anche dal punto di vista prestazionale e di applicazione pratica, estendendone l’utilizzo attuale non soltanto alla diagnosi precoce ma anche alla funzione di riequilibrio compensativo degli stati patologici.
Intervenendo sullo squilibrio, con un bilanciamento delle frequenze, è possibile, quando non sono presenti danni ai tessuti, ripristinare l’equilibrio biologico delle cellule, che ritornano a essere così in grado di mettere in campo tutte le loro difese per ripristinare la situazione presente prima dello squilibrio. E’ infatti possibile effettuare una scansione rapida ed affidabile di tessuti, organi e strutture cellulari, individuando ogni tipo di patologia, incluse allergie e intolleranze, e procedendo ad una terapia mirata ed efficace.

corpo_nls

In pratica, sistemi biologici temporaneamente alterati o affetti da patologia modificano il loro naturale equilibrio creando stati instabili (metastabili) tendenti alla distruzione del sistema. Nls (Non Linear System) è controllato da un sistema di calcolo trivettoriale che rappresenta attualmente la più avanzata tecnologia per l’esecuzione, in tempo reale, di analisi spettrali di campi elettromagnetici ad andamento torsionale.

Questi debolissimi campi sono caratterizzati da continue interazioni tra tessuti, organi e sistema nervoso centrale: esiste un costante collegamento con scambio di informazioni biofisiche tra il cervello e il resto del corpo, che consente di tenere i vari sistemi in equilibrio rispetto al nostro circuito biocibernetico di regolazione. Per cause endogene o esogene, ogni qualvolta si verifica un’importante alterazione negli equilibri biologici che il sistema di bioregolazione non è in grado di compensare, registriamo un disturbo e il perdurare del disturbo porta alla malattia. In un organismo, individuare con precisione l’alterazione dei campi elettromagnetici alla base del disturbo significa non solo riconoscere una patologia, ma, spesso, anticiparne di molto la diagnosi.
Questa tecnologia da un lato è indirizzata verso la diagnosi e il trattamento delle patologie in atto, da un altro lato può svolgere una vera è propria funzione di medicina preventiva, che ci informa sulle possibili cause di patologie non ancora in corso, ma che potrebbero manifestarsi se il soggetto non optasse per un miglioramento del proprio stile di vita.

russo_nls

Una scala dei valori di entropia di un sistema individua una serie di condizioni stazionarie corrispondenti ad un certo potenziale di entropia, selettivamente interagente con la gamma della radiazione torsionale associata ognuno ad uno specifico tessuto del corpo.

Questo può essere associato, in base alle regole di cromocinetiche quantistiche, nella forma di uno spettro di colori, il colore può variare dal giallo chiaro (valori minimi entropia) attraverso arancione, fino ad arrivare al nero (valore di massima entropia).

Il tutto, tramite il calcolatore, viene visualizzato al computer, mostrando ai medici un’immagine tridimensionale degli organi interni a qualsiasi angolo desiderato. Delle icone colorate sovrapposte all’immagine, permettono al medico di determinare la posizione del processo patologico associato al modello dell’organo in esame.

Nell’area della patologia il medico indaga sottoponendo al test il paziente, valutando, tramite i modelli di organi in scala costruiti sullo schermo del computer, è in grado di localizzare il centro patologico con la massima precisione.

testa_nls

Il Test – La Procedura dello Screening

nls_schema

Per prima cosa è necessario avviare la scansione dei vari organi, tessuti e apparati che richiede da qualche minuto a qualche decina di minuti, dopodiché la diagnosi verrà fatta valutando gli elementi da un elenco di Patologie con il più basso coefficiente di somiglianza spettrale, cioè quello che è risultato dalla analisi del paziente viene comparato con una serie di patologie che la macchina ha in memoria secondo questo coefficiente che da una misura su base statistica di quello che potrebbe essere. Questo è solo l’inizio dell’indagine, ci sono poi altri livelli di analisi, quali l’analisi entropica, che indica lo stato di aggravamento di un processo o situazione patologica e il Vegetotest, che offre la possibilità di determinare il livello di sviluppo del processo patologico.

E’ inoltre possibile valutare la diagnosi di microrganismi e elminti che si realizza mediante il coefficiente di similitudine spettrale per il cui rilevamento è necessaria la provocazione, vengono, infatti, inviate frequenze caratteristiche specifiche dei microorganismi in oggetto di valutazione e un miglioramento o peggioramento delle risposte compensatorie in percentuale su scala ci indicherà la loro probabile partecipazione ad un dato processo in atto. E’ ancora possibile valutare anche i parametri biochimici nello stesso modo.

In sintesi il sistema NLS è in grado di testare ogni rimedio in merito alla sua efficacia e ogni sovraccarico del suo effetto tossico.
Si possono testare:
• Parassiti
• Batteri
• Virus
• Funghi
• Inquinanti ambientali
• Supplementi alimentari (vitamine, minerali, oligoelementi, aminoacidi. Ecc.)
• Rimedi omeopatici
• Rimedi fitoterapici
• Allergeni
• Alimenti (alimento terapia)
• Rimedi allopatici
• I rimedi non ancora presenti nel database possono essere comodamente testati con l’aiuto della funzione Vegeto Test nella camera di risonanza al fine di verificare se una data sostanza può, se somministrata, determinare un peggioramento delle condizioni del paziente o un miglioramento, come nel caso di farmaci.

In questo modo può essere così testato qualsiasi rimedio o sostanza e anche terapie medicinali allopatiche.

La Terapia

Dopo avere realizzato la diagnosi e determinato la presenza di microrganismi, passiamo alla prescrizione del trattamento, in altre parole, siamo in grado di testare dei farmaci prima ancora della somministrazione! Possiamo utilizzare alcuni gruppi di medicine: allopatia, omeopatia, fitoterapia, nutrienti e parafarmaceutici di marche diverse e verificare se il paziente ha un migioramento con la loro somministrazione. Il principio della selezione delle medicine à lo stesso che si usa nell’elaborazione della diagnosi, le medicine più appropriate si considerano quelle il cui coefficiente di similitudine spettrale ci indichi il valore più vicino allo zero o comunque il più basso possibile.

A questo punto si può anche decidere di eseguire al momento una terapia di tipo riequilibrio bioenergetico sul paziente senza che lo stesso assuma il farmaco con il quale lo stiamo trattando.

In generale è possibile, una volta individuato in quale organo sia presente lo squilibrio e quale ne sia la causa, impostare la terapia più adatta:

  1. Terapia sull’agente eziologico (virus, batteri, funghi, parassiti).
  2. Terapia di disintossicazione da tossine specifiche (agenti chimici, metalli pesanti).
  3. Terapia di bilanciamento ionico cellulare, per ridare energia e vitalità alle cellule in sofferenza.
  4. Terapia di bilanciamento nervoso, ormonale, immunitario.
  5. Terapia per problemi specifici (disbiosi, acidosi, dolori, stress, ecc.).

La Meta-Terapia e Biorisonanza

Altre due possibilità terapeutiche offerte dal sistema NLS consistono nell’applicare la Meta-Terapia o la terapia di Biorisonanza sul paziente mediante vibrazioni elettromagnetiche invertite del processo patologico. E’ inoltre possibile visualizzare il risultato di questa azione terapeutica immediata direttamente sul monitor, in questo modo si ottiene un effetto terapeutico ulteriore attraverso il famoso effetto di programmazione neuro-visuale.

Di volta in volta si valuta l’efficacia di ogni singolo metodo e trattamento farmacologico presente nell’esaustivo database direttamente testandolo sul paziente e valutandone l’efficacia prima ancora della sua somministrazione.

nls_images

Bibliografia

1. Myshkin N.P. “Dvizheniye tela, nakhod yashegosya v potoke luchistoi energii.” Zhyrnal Russkogo fiziko-himicheskogo obshestva, 1906, v.3, p.149. (russian) (“The movement of object placed in the radiant energy flow.”)
2. Kozyrev N.A. “Prichinnaya ili nesimmetrichnaya mekhanika v lineinom priblizhenii.”, Pulkovo, GAO AN SSSR, 1958, 90 p. (russian) (“Causal or asymmetrical mechanics in linear approximation.”)
3. Kozyrev N.A. “On the possibility of experimental investigation of the properties of time.” Time in science and philosophy, Prague, 1971, p.111-132.
4. Veinik A.I. “Termodinamika rjealnyh processov.”, Minsk, Nauka i Tehnika, 1991, 576 p. (russian) (“Thermodynamics of real processes.”)
5. Polyakov S.M., Polyakov O.S. “Vvedeniye v eksperimentalnuyu gravitoniku.”, Moscow, Prometei, 1988, 136 p. (russian) (“Introduction to the experimental gravitonics.”)
6. Hayasaka H., Takeuchi S. “Anomalous weight reduction on a gyroscope’s right rotation around the vertical axis of the Earth.” Phys.rev.lett., 1989, # 63, p.2701-2704.
7. Laithwaite E.R. “The continuing story of gyroscopic magic.” Elec.rev., 1975, # 197, p.675-678.
8. Kozyrev N.A., Nasonov V.V. “O nekhotoryh svoistvah vremeni, obnaruzhennykh astronomicheskimi nablyudeniyami.” Problemy issledovaniya Vselennoi, 1980, # 9, p.76. (russian) (“On some properties of time discovered by astronomical observations.”)
9. Lavrentiev M.M., Yeganova I.A., Lutset M.K., Fominykh S.F. “O distantsionnom vozdeistvii zvezd na rezistor.” Doklady Academii Nauk SSSR, 1990, v.314, # 2. (russian) (“On the remote influence of stars on the resistor.”)
10. Lavrentiev M.M., Gusev V.A., Yegonova I.A., Lutset M.K., Fominykh S.F. “O registratsii istinnogo polozheniya Solntsa.” Doklady Akademii Nauk SSSR, 1990, v.315, # 2. (russian) (“On the registration of a true position of Sun.”)
11. Lavrentiev M.M., Yeganova I.A., Medvedev V.G., Oleinik V.K., Fominykh S.F. “O skanirovanii zvyeozdnogo neba datchikom Kozyreva.” Doklady Akademii Nauk, 1992, v.323, # 4. (russian) (“On the scanning of the star sky with Kozyrev’s detector.”)
12. Akimov A.E., Kovalchuk G.U., Medvedev V.G., Oleinik V.K., Pugach A.F. “Predvaritelnyye rezultaty astronomicheskikh nablyudenii po metodike N.A.Kozyreva.”, Kiev, 1992, GAO AN Ukrainy, preprint # GAO-92-5R (russian) (“Preliminary results of astronomical observations using N.A.Kozyrev’s method.”)
13. Akimov A.E., Pugach A.F. “K vozmozhnosti obnaruzheniya torsionnykh voln astronomicheskimi metodami.”, Moscow, 1992, CISE VENT (“MNTTs VENT” in russian), preprint # 25. (russian) (To the question about the possibility of detecting torsion waves by astronomical methods.”)
14. Baryshevsky V.G., Podgoretsky M.I. “Yadernaya pretsessiya neitronov.” Zhurnal eksperimentalnoi i teoreticheskoi fiziki, 1964, v.47, p.1050. (russian) (“Nuclei precession of neutrons.”)
15. Krisch A.D. “The spin of proton.” Scientific American, May, 1979.
16. Lhuiller C. “Transport properties in a spin polarized gas, III.” J.Phys. (Fr.), 1983, v.44, # 1, p.1.
17. Tam A.C., Happer W. “Long range interaction between CW self-focused laser beams in an atomic vapor.” Phys.rev.lett., 1977, v.38, # 6, p.278-282.
18. Perebeynos K.N. “Otsenka vozmozhnosti ispolzovaniya gravitatsionnyh voln dlya tseley svyazi.”, Otchyot po NIR, Moscow, 1966, 17 p. (russian) (“The estimation of the possibility to use gravitational waves for communication purposes.”)
19. Maiboroda V.P., Akimov A.E., Maksimova V.A., Tarasenko V.Ya. “Vliyaniye torsionnyh polei na rasplav olova.”, Moscow, 1994, CISE VENT, preprint # 49. (russian) (“The influence of torsion fields on a tin melt.”)
20. Akimov A.E., Boichuk V.V., Tarasenko V.Ya. “Dalnodeistvuyushiye spinornyye polya. Fizicheskie modeli.”, Kiev, 1989, Institut problem materialovedeniya, preprint # 4. (russian) (“Long-range spinor fields. Physical models.”)
21. Shipov G.I. “Teoriya fizicheskogo vacuuma.”, Moscow, 1993, NT-Center, 362 p. (russian) (“Theory of physical vacuum.”)
22. Bagrov V.G., Bordovitsyn V.A. “Klassicheskaya teoriya spina.” Izvestiya VUZ, ser.Fizika, 1980, # 2. (russian) (“The classical theory of spin.”)
23. Ternov I.M., Bordovitsyn V.A. “O sovremennoi interpretatsii klassicheskoi teorii spina Ya.I.Frenkelya.” Uspekhi fizicheskih nauk, 1980, v.132, # 2. (russian) (“On the modern interpretation of the classical theory of spin by Ya.I.Frenkel’.”)
24. Shipov G.I. “Teoriya electrotorsionnyh vzaimodeistvii.”, Moscow, 1996, MITPF, preprint # 1. (russian) (“Theory of electro-torsion interactions.”)
25. Grebennikov V.S. “O fiziko-biologicheskih svoistvah gnezdovii pchyol-opylityeley.” Sibirsky vestnik selskokhozyaistvennoy nauki, 1984, # 3. (russian) (“On the physical-biological properties of the bee’s nests.”)
26. Pagot J. “Radiesthesie et emission de forme.”, Paris, 1978, 277 p.
27. “Appareillage d’amplification on des emission des aux formes.” Patent Republique Francaise # 2421531, 30 nov. 1979.
28. “Dispositit d’application des emission denx aux formes a la matiere an mouvement.” Patent Republique Francaise # 2488096, 5 fev. 1982.
29. Schweitzer P. Patentamt # P3320518.3, 13.12.84, Bundesrepublic Deuschland.
30. Fantuzzi G. Patentamt # 250943.9, 18.09.75, Bundesrepublic Deuschland.
31. Fantuzzi G. USSR patent # 688107, 25.09.79.
32. Akimov A.E., Kurik M.V., Tarasenko V.Ya. “Vliyaniye spinornogo (torsionnogo) polya na protsess kristallizatsii mitsellyarnyh struktur.”    Biotekhnologiya, 1991, # 3. (russian) (“The influence of the spinor (torsion) field on the process of crystallization of micellar structures.”)
Rubakov V.A. (2000). “Physical Vacuum: Theory, Experiment, Technology” by G.I.Shipov
Theoretical Basics of Experimental Phenomena by Yu.V.Nachalov
Now come torsion fields – by Hal Fox – Original version
From: NEN, Vol. 5, No. 11, Mar. 1998, p. 1.
New Energy News (NEN) copyright 1998 by Fusion Information Center, Inc.
TORSION FIELDS EXPERIMENTATION: Cyril W. Smith (Dept. Electronic & Electrical Engineering, Univ. Salford, England), “Is a Living System a Macroscopic Quantum System?” Frontier Perspectives, vol 7, no 1, Fall/Winter 1998, pp 9-15, 31 refs.
The development of the concept of coherence in biological systems is introduced through a summary of the work of Herbert Fr”hlich. Those experimental aspects and consequences of coherence in living systems are presented which seem relevant to the recent developments in the understanding of the physics of water through quantum field theory.
Glen Rein (Quantum Biology Res. Lab., Miller Place, NY), “Biological Effects of Quantum Fields and Their Role in the Natural Healing Process,” Frontier Perspectives, vol 7, no 1, Fall/Winter 1998, pp 16-23, 30 refs.

http://www.padrak.com/ine/NEN_5_11_2.html

http://www.shipov.com/science.html

http://www.nls-oberon.narod.ru/nondiagita.htm

http://radionicaesoterico-scientificarussa.blogspot.it/2013/05/il-concetto-del-campo-torsionale-nella.html

http://www.heim-theory.com

Il Campo di Torsione